Suggerimenti utili per gruppi in facilitazione

Un formatore non è quasi mai solo un formatore.

Il più delle volte , infatti , l'erogazione di contenuti specifici sul tema oggetto di apprendimento si affianca a momenti di facilitazione , magari non previsti , all'interno dei quali cambiare cappello passando dall'approccio argomentativo all'approccio esplorativo.

Ciò avviene per esempio quando il contributo esperienziale e creativo dei partecipanti può diventare un tassello chiave del processo d'apprendimento.

A tal proposito vi offro qualche accorgimento per gestire al meglio queste fasi di lavoro invitandovi a differenziare , attraverso cambiamenti di gestione del team di lavoro e del setting , la gestione dei due momenti.

1.       Inizia con una domanda cui sia facile rispondere ; in tal modo anche i più restii ad aprirsi si tranquillizzeranno acquistando fiducia in sè , nel facilitatore e nel gruppo. Usa sempre un linguaggio educato . Grazie, per favore sono parole chiave.

2.       Parla al gruppo non ad un solo partecipante . In questo modo ingaggerai tutti , nessuno escluso. Usa lo sguardo circolare .

3.       Usa il silenzio. Non pretendere subito una risposta. I partecipanti così potranno riflettere e farsi avanti senza pressioni.

4.       Fai in modo che tutti abbiano a disposizione dei fogli e una penna per prendere appunti e scrivere le proprie idee. Potrete così recuperare quanto non immediatamente proposto in un altro momento non rinunciando così ad alcun stimolo /riflessione. Dotatevi di uno spazio cui poter appendere/incollare card o post it . Tutto quello che viene prodotto dal gruppo ha valore. Rendetelo evidente.

5.       Chiedi ai partecipanti di scrivere alla lavagna alternandosi a te.

6.       Usa la comunicazione non verbale in modo efficace. Stai di fronte al gruppo o di fianco alla flipchart. Se per scrivere devi voltare le spalle , continua a comunicare con il gruppo. Sguardo circolare . Non invadere lo spazio altrui

7.       Se il tuo gruppo è numeroso , fai produrre idee in sottogruppo creando momenti di sintesi in plenaria tramite l'uso di sintesi grafica , utilizzando i materiali prodotti nei piccoli gruppi

8.       Non negare e non chiudere un conflitto d'opinioni. Potrebbe essere molto utile per l'attività in corso. Rendi il conflitto una "questione di gruppo" allargandolo . Se gli animi si surriscaldano , un coffe break può essere utile

9. Se il momento di facilitazione si alterna a momenti più prettamente formativi , caratterizza le due fasi cambiando posizione al gruppo . Se il setting te lo consente crea proprio due aree di lavoro. Fai sedere le persone diversamente ( per la facilitazione in circolo , seduti in terra o su sedie ) e dichiara che state facendo qualcosa di diverso. Cambieranno in tal modo anche le aspettative del gruppo rispetto a te.

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0